Il tè matcha o tè verde giapponese

16

Se siete amanti di tè e tisane e desiderate conoscere una delle qualità più pregiate esistenti al mondo, il tè matcha è senza dubbio un’ottima scelta, sia per il suo gusto inconfondibile che per le sue innumerevoli proprietà.

La sacra spuma di giada liquida

Disponibile in commercio sotto forma di polvere verde smeraldo, il matcha è una particolare qualità di tè verde giapponese, le cui foglie più giovani, dopo essere state coltivate nell’oscurità con il metodo kabuse, vengono raccolte a mano e ridotte in polvere all’interno di mulini di pietra.
La coltivazione nell’oscurità assicura a questa particolare qualità di tè il caratteristico sapore erbaceo, l’intensa profumazione e l’alto contenuto di vitamine, clorofilla e sali minerali. La consistenza polverosa lo differenzia da altri tipi di tè verde e lo rende adatto anche come ingrediente per cucinare alimenti e piatti come dolci, biscotti e salse tradizionali, non solo nella cucina orientale.
Per la preparazione della bevanda è necessario versare acqua non bollente, a temperatura di 60 gradi circa, direttamente su un cucchiaino di polvere nella tazza e scioglierla utilizzando un frullino di bambù, chiamato chasen. Sulla superficie si formerà in poco tempo una leggera e caratteristica schiuma color verde chiaro, all’origine del nome “spuma di giada liquida”, con cui viene comunemente indicato questo tè. Il Cha-no-yu, questo il nome giapponese, è considerato sacro e viene impiegato da oltre ottocento anni dai monaci buddisti zen come bevanda da meditazione o durante la cerimonia rituale del tè in dosi diverse, a seconda del momento.

Proprietà del tè verde giapponese

Il tè matcha si distingue non solo per il profumo intenso e particolare, ma anche per le sue proprietà, al punto da essere considerato un vero e proprio toccasana per l’organismo.
Uno studio effettuato presso l’Università del Colorado nel 2003 ha evidenziato l’altissimo contenuto di antiossidanti, polifenoli e diversi aminoacidi nella bevanda, in una concentrazione di circa 137 volte superiore al normale tè verde. Questa varietà di tè giapponese è inoltre un ottimo stimolante per il metabolismo, contribuisce alla riduzione dello stress, rafforza il sistema immunitario, abbassa il colesterolo e, nonostante contenga caffeina, è anche rilassante per il sistema nervoso.
Nel 1999 una ricerca presentata dall’American Journal of Clinical Nutrition ha inoltre dimostrato che la ricchezza di catechine conferisce al tè verde proprietà termogeniche bruciagrassi, contribuendo con successo alla perdita di peso.
Non dimentichiamo infine che la particolare coltivazione nell’oscurità e l’alta concentrazione di clorofilla lo rendono altamente disintossicante, perfetto per purificare l’organismo da residui di tossine, metalli pesanti e sostante nocive.

Come prepararlo

Il tè matcha è disponibile in commercio in polveri concentrate da impiegare a piccole dosi, visto il sapore intenso delle foglie, oppure come ingrediente, all’interno di tisane composte da una selezione di tè verdi di alta qualità provenienti da Cina, India e Vietnam.
Per prepararlo, dovete sciogliere un cucchiaino raso in un bicchiere di acqua o, ancora meglio, nella tazza tipica da tè matcha, aiutandosi con il frullino tipico (il cha-sen) e bere. L’acqua deve essere a temperatura ambiente o comunque non bollente.