Prendere il sole in gravidanza: consigli per un’estate in sicurezza

Gravidanza al mare

Prendere il sole in gravidanza è tutt’altro che sconsigliato, anzi è un vero toccasana sia per la mamma che per il bambino, infatti calore, luce solare e iodio presi in spiaggia aiutano il feto a crescere nell’utero materno.

Indispensabile poi, sia per rafforzare una donna incinta che per la crescita del bambino, la vitamina D: grazie all’azione del sole questa viene sintetizzata e fissata nelle ossa. Il nuoto inoltre è davvero ottimo non solo perché stimola la circolazione, ma perché aiuta a mantenere una buona forma fisica, bisogna però fare attenzione all’abbronzatura e a non prendere troppo solo.

Prendere il sole in gravidanza: l’abbronzatura

incinta-mare-gravidanza-consigli

Una buona protezione è sempre consigliata quando si prende la tintarella, ma quando una donna incinta va al mare la protezione deve essere tripla rispetto al solito, quindi una crema solare ad altissima protezione è assolutamente necessaria per proteggere tutto il corpo.

In questo periodo dobbiamo infatti considerare i fattori ormonali come l’aumento del progesterone che provoca la comparsa di macchie sul viso se non usate un’adeguata protezione, creando la cosiddetta maschera gravidica o cloasma gravidico, quindi non bisogna mai prendere il sole direttamente.

Prendere il sole in gravidanza: abbigliamento e movimento

Quando passeggiate sul bagnasciuga oltre alla protezione totale, dovete avere un abbigliamento che copra il viso, quindi un bel cappellino con una tesa ampia è l’ideale. Cercate inoltre di stare sotto l’ombrellone quando siete in spiaggia ed evitate le ore più calde. Inoltre nei primi tre mesi il sole diretto potrebbe provocare uno shock al feto, quindi non tenete mai la pancia esposta al sole: indossate un pareo o dei caftani larghi fatti con tessuti leggeri e traspiranti, preferibilmente bianchi.

Dopo il primo trimestre sarà possibile indossare costumi da bagno e bikini, senza dimenticare però un’adeguata protezione solare ed a determinati orari: la mattina fino alle 11-12 ed il pomeriggio dalle 16 in poi. Per quanto riguarda il movimento, la spiaggia è il modo ideale per fare un po’ di esercizio fisico, quindi cercate di passeggiare con le gambe in acqua fino a metà coscia per prevenire ritenzione idrica, vene varicose e stimolare la circolazione. Ricordate poi di idratarvi ed evitate di avere cali glicemici quindi portate con voi una borsa frigo con dell’acqua e qualcosa da sgranocchiare.

Link immagine: http://www.yourself.it/wp-content/uploads/2013/07/incinta-mare-gravidanza-consigli.jpg