La fotodepilazione

fotodepilazione

Se anche tu vivi con ansia l’appuntamento periodico dall’estetista per la depilazione o detesti la ceretta; la fotodepilazione potrebbe essere la soluzione ai tuoi problemi. La fotodepilazione è infatti un trattamento innovativo che si è perfezionato nel corso degli ultimi anni e che consente, a donne e uomini, di eliminare definitivamente il pelo, sfruttando le proprietà del laser e della luce pulsata.

 

Le differenze tra luce pulsata e laser
Ciò che differenzia i metodi di epilazione a luce pulsata o laser è innanzitutto il fatto che nel primo caso, il trattamento è completamente indolore e garantisce ottimi risultati su tutti i tipi di pelle ed è meno invasivo del laser. La depilazione seguita con luce pulsata intensa prevede infatti l’emissione di un fascio di luce mista a longitudine di onda multipla e si basa sul principio di fototermolisi selettiva. Quando infatti il fascio di luce emesso da un apposito macchinario colpisce la melanina contenuta all’interno del bulbo pelifero, si trasforma in calore e, tramite la melanina raggiunge la radice, bruciandone le cellule germinative che alimentano la crescita del pelo. Eliminate queste cellule, il pelo cade e muore definitivamente, lasciando la pelle liscia.

 

Sedute necessarie e controindicazioni
Per garantire risultati soddisfacenti, la fotodepilazione prevede diverse sedute, il cui numero varia a seconda del tipo di pelle del paziente, delle caratteristiche del pelo, dell’estensione dell’area da trattare, ma anche dell’età, del sesso e della situazione ormonale del cliente. In generale chiunque si può sottoporre ad un trattamento di fotodepilazione, anche se questa metodologia è vivamente sconsigliata durante la gravidanza e l’allattamento, a chi soffre di malattie della pelle o assume farmaci fotosensibili e a chi ha problemi di coagulazione sanguigna. Ultima controindicazione: il trattamento è piuttosto costoso, ma se dovete spesso ricorrere alla ceretta, ammortizzerete la spesa nel giro di poco tempo.