Rimedi naturali ed erbe officinali contro l’insonnia

17

Soffrite d’insonnia o avete difficoltà ad addormentarvi?
In certi periodi dell’anno o in alcuni momenti particolari della vita, può capitare a tutti di avere problemi d’insonnia, anche a chi normalmente non ha alcuna difficoltà ad addormentarsi. L’insonnia può infatti manifestarsi in diverse forme più o meno gravi, che vanno dalla difficoltà a prendere sonno, alle interruzioni del riposo sia di breve che di lunga durata, fino ai risvegli precoci.
Alcune erbe, utilizzate dalla medicina omeopatica, hanno infatti proprietà rilassanti sul sistema nervoso, proprietà che si rivelano molto utili come rimedio per curare i vari disturbi del sonno e soprattutto, al contrario dei medicinali, non hanno controindicazioni né effetti collaterali.

Tra le piante più comuni ci sono ad esempio l’arnica montana, consigliata a chi ha difficoltà a prendere sonno, soprattutto a causa dell’eccitazione che può derivare da una giornata molto intensa di lavoro o di attività fisica all’aria aperta, oppure la camomilla, adatta anche per i più piccoli, dall’effetto calmante e tranquillizzante.
Tra le sostanze di origine vegetale più conosciute per favorire il riposo notturno ci sono senza dubbio valeriana, melissa e melatonina, estratti naturali che non hanno particolari controindicazioni.
La valeriana in particolare è un rimedio naturale per l’insonnia, contenente la pianta per eccellenza che favorisce il sonno, poiché rilassa il sistema nervoso, svolge un’azione spasmolitica e miorilassante ed è ideale anche in periodi di forte stress.
Anche l’arancio dolce possiede proprietà calmanti ed antidepressive, è un tonico cardiaco e muscolare, è antispasmodico, disintossicante battericida, febbrifugo. E’ indicato per chi soffre di ansia, insonnia, stress, disturbi digestivi, spasmi muscolari.
Inoltre particolarmente indicata nei casi di insonnia, irritabilità, agitazione nervosa ed ansia ed ha effetti sedativi e antispasmodici è poi l’escolzia, pianta di piccole dimensioni originaria del Centro America, che favorisce l’addormentamento, migliora la qualità del sonno e diminuisce l’ansia senza provocare depressione del sistema nervoso e non influenzando la lucidità mentale.
Anche luppolo e tiglio sono molto utili in caso di numerosi risvegli notturni, grazie alle proprietà sedative, ipnotiche e calmantiì.