Cibi con superpoteri: il Golden Milk

123
Immagini: www.freepik.com

Il golden milk o latte d’oro, è una bevanda ayurvedica molto conosciuta nel sud dell’Asia, a base di curcuma. Di colore giallo dorato, profumato e ricco di aromi è una bevanda energetica di antica origine.
L’ingrediente principale è la curcuma, una delle spezie più utilizzate dalla cucina medio orientale da oltre cinquemila anni.
Il suo successo è dovuto a molteplici fattori; in India è utilizzato in moltissimi piatti da secoli, in Giappone lo considerano un elisir di lunga vita, la medicina orientale la utilizza per alleviare diversi disturbi.
La curcuma si presenta con il caratteristico color giallo ocra, è ottima in cucina per esaltare il sapore di carni bianche e pesce, zuppe e risotti, verdure cotte, insalate e formaggi spalmabili, perchè ha un sapore delicato, simile a quello dello zafferano.

La ricetta del Golden Milk
Si dice che la ricetta originale del Golden Milk sia quella dello Yogi Bhajan, il famoso maestro del Dharma.
Per preparare il Golden Mix è necessario preparare la pasta di curcuma, mettendo a bollire 1/2 tazza di acqua e aggiungendo 1/2 tazza di curcuma in polvere e 1/2 cucchiaino di pepe nero. Una volta ottenuto un impasto cremoso e senza grumi, mettetelo in un barattolo chiuso e conservatelo in frigo per un massimo di quaranta giorni.
Per preparare il Golden Mix dovete bollire per due minuti una tazza di latte vegetale di soia, di riso o di cocco con 1 cucchiaio di pasta di curcuma e un cucchiaino di miele. Il programma prevede l’assunzione della bevanda una volta al giorno, meglio a digiuno, per 40 giorni di seguito.

Proprietà antinfiammatorie ed anticancro della curcuma
La curcuma possiede innumerevoli proprietà curative ed è impiegata dalla medicina ayurvedica indiana e cinese come potente antinfiammatorio, poichè contribuisce a contrastare i processi infiammatori i atto all’interno dell’organismo. Recentemente anche la medicina occidentale ha iniziato a considerare le proprietà benefiche di questo rimedio naturale, evidenziando come la curcumina possa agire contro l’enzima che causa lo sviluppo di alcuni tumori e potenzi l’efficacia della chemioterapia nel trattamento di questo genere di tumori. Per potenziarne di circa mille volte l’assorbimento da parte dell’organismo della curcumina, la sostanza benefica in essa contenuta, è consigliabile mescolare la polvere di curcuma al pepe nero e diluirla nell’olio prima di consumarla.
La curcumina presente è anche un antiossidante naturale, utile a contrastare l’azione dei radicali liberi, responsabili dei processi di invecchiamento dell’organismo. La curcuma è una radice dalle eccellenti proprietà protettive dell’apparato digerente.
E’ ottima non solo per cucinare, ma anche per preparare bevande calde digestive, lasciando in infusione pochi minuti, per poi filtrare e bere.

Immagini: www.freepik.com