La Quinoa

Per il suo aspetto in grani potrebbe essere confusa con un cereale, ma in realtà la quinoa è una pianta erbacea annuale della famiglia delle Chenopodiaceae, consumata da millenni dalle popolazioni del sud America. L’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, ha dichiarato il 2013 l’anno internazionale della Quinoa; un riconoscimento attribuito alle popolazioni andine, che hanno saputo mantenere inalterato questo alimento per generazioni e ne hanno trasmesso la conoscenza e le tecniche di coltivazione al mondo. Difficile da trovare fino a qualche anno fa nei nostri negozi, oggi la quinoa e la farina di quinoa possono essere acquistate nei punti vendita specializzati in alimenti biologici ed in alcuni supermercati. Ne esistono tre varietà, che si distinguono per il colore del chicco rosso, giallo o nero.

Le proprietà nutrizionali

La quinoa ha un alto valore proteico, contiene molte fibre e minerali, come fosforo, magnesio, ferro e zinco, grassi insaturi e, dato che non contiene glutine, può essere consumata anche da chi soffre di celiachia. Contiene inoltre tutti i 9 aminoacidi essenziali necessari al nostro organismo ed è un’importante fonte di riboflavina (vitamina B2), vitamina C ed E. E’ un alimento nutriente, ma con poche calorie.

Alcune ricette

Per cucinare la quinoa, non è necessario lasciarla in ammollo, ma prima di essere cotta, va accuratamente sciacquata, per eliminare le tracce di saponine presenti sui suoi chicchi e togliere quindi il caratteristico sapore amaro. La quinoa cuoce in 10- 15 minuti e dato che ha un sapore piuttosto delicato è adatta alla preparazione di piatti dolci e salati. Si presta particolarmente ad essere condita con verdure e legumi, soprattutto pomodori, peperoni e zucchine, ma può anche essere aggiunta ad insalate o a zuppe di ogni genere. Se siete golosi, assolutamente da provare i biscotti alla quinoa, ma se volete una cena diversa dal solito, provate le tortillas o la paella alla quinoa.

 

Alcune ricette Quinoa