Il te rosso africano e le sue proprietà

22

Conosciuto anche come redbush o tè rosso africano, il rooibos è una bevanda ricavata dall’infusione dell’omonima pianta, appartenente alla famiglia delle leguminose.
Dall’infusione si ottiene un liquido dal colore rosso ambrato e dal gusto dolce. Questa bevanda, rispetto al tè nero e al tè verde, è senza caffeina e teina e la bassa quantità di tannini presente nella miscela conferisce ad essa il sapore dolce. L’infuso è gradevole consumato sia caldo che freddo.
Essendo più simile ad una tisana che ad un tè può quindi essere consumata in qualsiasi momento della giornata, anche prima di coricarsi la sera.
Il tè rosso rooibos proviene dalle foglie di Asphalathus linearis R.D. pianta tipica del sud Africa, coltivata nella regione sudafricana di Cederberg, che raggiunge anche un’altezza di circa 2 metri.Il tè si ricava anche dalla lavorazione dei rami che dopo essere tagliati,vengono sminuzzati e schiacciati, per poi essere sottoposti ad un processo di fermentazione di alcuni giorni ed infine essiccati.

Proprietà nutrizionali e benefici del tè rosso

Il tè rosso si differenzia e si caratterizza per il contenuto di sostanze e nutrienti importanti per l’organismo come ad esempio: vitamina C, magnesio, fosforo, ferro, zinco e calcio.
Il rooibos ha un alto contenuto di sostanze antiossidanti tra cui i polifenoli, come il tè nero ed il tè verde,ed è un ottimo alleato nella lotta contro la formazione di radicali liberi.
Il tè rosso africano ha inoltre proprietà antivirali, rinforza il sistema immunitario, ha proprietà antispasmodiche e digestive, contribuisce a ridurre la presenza di colesterolo cattivo nel sangue.
Secondo alcuni recenti studi scientifici inoltre, il rooibos limita l’assimilazione dei grassi, per questa ragione è un’ottima bevanda da consumare anche nelle diete ipocaloriche.